Paola

Paola - Vista Mare

Paola - Vista Nord

Paola - Vista Sud

Paola (Pàula in calabrese, Patikon in greco bizantino) è un comune italiano di 15 602 abitanti della provincia di Cosenza in Calabria.

È principalmente conosciuta per aver dato i natali a san Francesco da Paola.

Il comune di Paola confina lungo la costa a nord con il territorio di Fuscaldo, a sud con San Lucido ed all’interno con Montalto Uffugo e San Fili. Dista 35 km dal capoluogo di provincia, 50 km dall’aeroporto internazionale di Lamezia Terme. La città è dotata di un importante scalo ferroviario.

  • Classificazione climatica: zona C, 1033 GR/G
  • Classificazione sismica: zona 2 (sismicità medio-alta)

Il dialetto paolano è accomunato a quello della vicina Cosenza dalla mancanza di forme verbali perfette tipiche del calabrese centro-meridionale e, così come nel capoluogo bruzio, è da definirsi cosentino, quindi facente parte di quelli calabresi, ma di matrice napoletana.

La presenza del mare, unitamente alla bellezza dei rilievi montuosi posti nelle immediate vicinanze e alla presenza di un prestigioso santuario dedicato a San Francesco di Paola fanno della città una meta turistica di una certa importanza.

La città è dotata di diverse infrastrutture e linee di collegamento quali: la stazione ferroviaria posta lungo la Ferrovia Tirrenica Meridionale e punto di interscambio con la ferrovia Paola-Cosenza. La città è attraversata dalla statale 18 lungo l’asse nord-sud dalla quale si dirata la statale 107. In città esistono vari mezzi di trasporto quali taxi, pulman di linea e servizio urbano, nella città esiste un servizio di minibus a chiamata.

Ha sede nel comune la società di calcio Unione Sportiva Paolana, fondata nel 1922. La squadra di calcio a 5 Città di Paola, milita invece nel campionato di serie B girone G.

A Paola si trova un centro sportivo dotato di piscina.

Paola (Italia). (28 gennaio 2020). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 10 febbraio 2020, 13:12 da it.wikipedia.org/w/index.php?title=Paola_(Italia)&oldid=110458853

Immagini Paola | Meteo in Calabria

Gambarie

Gambarie

Gambarie - Cima Pista Nino Martino

Gambarie (Gambàrî in reggino) è una località montana del comune di Santo Stefano in Aspromonte, in provincia di Reggio Calabria.

Ubicata a 1.310 m s.l.m., si trova nel cuore del Parco nazionale dell’Aspromonte, a 35 km dal centro di Reggio Calabria, in una delle più importanti aree protette d’Italia, sia per estensione che per valore naturalistico, faunistico e paesaggistico. Gambarie è anche sede dello stesso parco.

Gambarie è un’importante stazione turistica estiva ma ultimamente si propone di essere anche attrattiva in inverno grazie ai recenti nuovi impianti di risalita, alle sue piste (si scia vedendo lo Stretto di Messina, le Isole Eolie e l’Etna), all’ambiente naturale ed ai suggestivi paesaggi.

Da questa località hanno inizio alcuni percorsi di trekking provvisti di adeguata segnaletica, ad anello o diretti verso altri luoghi aspromontani, che offrono ai visitatori un’ampia scelta per difficoltà e durata.

Gambarie, il cui nome sembra derivare dal greco Kamparia, venne fondata attorno agli anni venti con la formazione del primo nucleo abitativo composto da boscaioli e pastori. A cavallo tra gli anni trenta e gli anni sessanta vennero a mano a mano costruite le prime ville per trascorrere le vacanze, i primi alberghi, la pista da sci e la seggiovia.

Gambarie è una località sciistica fornita di cinque impianti di risalita: quattro seggiovie, di cui due inaugurate nel 2019 e uno skilift, con 11 km di piste da sci di varia difficoltà, che offrono viste panoramiche anche sullo Stretto di Messina e sulle Isole Eolie. La stazione offre cinque piste con un dislivello massimo di 400 metri: 3 piste rosse, 1 nera e 1 azzurra .

Gambarie. (24 luglio 2019). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 30 dicembre 2019, 10:53 da it.wikipedia.org

Immagini | Meteo in Calabria

Camigliatello Silano e Monte Curcio

Camigliatello Silano

Camigliatello Silano Monte Curcio

Camigliatello Silano e Monte Curcio

Camigliatello Silano è una località montana del comune di Spezzano della Sila (CS), sulla Sila Grande. Dista 33 km da Cosenza.

È situato a 1272 metri di altitudine. Dispone di un moderno impianto di risalita e di due piste da sci (1 blu e 1 rossa), ed è una delle località silane a maggiore vocazione turistica, durante tutte le stagioni e soprattutto d’inverno.

Il principale nucleo urbano del villaggio si trova all’interno del Parco Nazionale della Sila, dove tutto l’anno si possono ammirare gli animali presenti e fare passeggiate nei percorsi dei boschi silani, mentre numerose altre piccole frazioni sviluppatesi lungo la strada che dal villaggio porta al Lago Cecita, facenti tutte parte del complesso turistico di Camigliatello, sono poste al di fuori dei confini del Parco.

Il bosco che circonda Camigliatello è molto vario e soprattutto molto bello: tra i 1100 e i 1300 metri i pini larici hanno la dominanza. Questa pianta va ad unirsi, intorno ai 1350 metri, al faggio. A 1500 metri la faggeta è quasi pura, accompagnata solo dalla presenza di qualche abete bianco e da pini larici.

Il clima di questa zona è tipicamente montano: gli inverni sono lunghi e rigidi, sufficientemente nevosi dai 1000 ai 1300 metri e più persistenti (manto nevoso presente da dicembre ad aprile) al di sopra dei 1400 metri. In alcuni anni in tali zone è possibile superare i 2 metri di neve al suolo. Le temperature sono rigide: la media di gennaio è di circa 0 °C, con punte minime fino ad oltre -15 °C durante ondate di gelo eccezionali. L’estate è fresca con soliti temporali di breve durata durante le ore pomeridiane.

Inaugurata nell’inverno fra il 2001 e il 2002, la cabinovia di Monte Curcio, è costata circa 7 milioni di euro, è stata realizzata dall’A.R.S.S.A. ed ha una capacità di trasporto di 1800 persone all’ora. L’impianto è moderno ed efficace, ed ogni inverno viene utilizzato da migliaia di sciatori.

Camigliatello Silano dispone di due piste per sci alpino e di una pista per sci di fondo. Le prime due piste di colore blu e rosso coprono una distanza complessiva di 4,3 km.

Esistono progetti di collegamento con gli impianti di Lorica, dal Monte Botte Donato al Monte Scuro uniti dalla strada delle vette.

Camigliatello Silano. (25 novembre 2019). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 19 dicembre 2019, 11:47 da it.wikipedia.org

Immagine | Telecamonet