Favignana – Cala Rossa

Favignana - Cala Rossa

Favignana - Cala Rossa

Favignana (in siciliano Faugnana) è un’isola dell’Italia appartenente all’arcipelago delle isole Egadi, in Sicilia.

Principale isola delle Egadi, si trova a circa 7 km dalla costa occidentale della Sicilia, tra Trapani e Marsala, di fronte alle Isole dello Stagnone.

Il nome di Favignana deriva dal latino favonius (favonio), termine con il quale i romani indicavano il vento caldo ricadente proveniente da ovest. Il villaggio sorge intorno a un’insenatura naturale dove è strutturato il porto sulle cui sponde sono presenti gli edifici delle antiche tonnare Florio.

Le tradizionali architetture mediterranee dell’isola, caratterizzate da intonaci bianchi e finestre azzurre o verdi sono, specialmente negli ultimi anni, oggetto di riscoperta e valorizzazione.

L’isola è ricoperta prevalentemente da macchia mediterranea costituita da arbusti cespugliosi e da boschi di pini mediterranei.

Ha una superficie di 19 km² circa e uno sviluppo costiero di 33 km frastagliati e ricchi di cavità e grotte. Anticamente il nome di Favignana era Egusa (Aegusa per i latini), dal greco Aigousa (Αἰγοῦσα), cioè «che ha capre», data la loro abbondanza sull’isola. Era anche conosciuta con altri nomi come Aponiana[1], Katria, Gilia e viene ricordata da numerosi scrittori tra cui Plinio, Polibio, Nepoziano, l’anonimo Ravennate. Dai geografi arabi era conosciuta con il nome Djazirat ‘ar Rahib («isola del monaco» o «del romito»), in quanto sull’isola si erge un castello di epoca normanna, il cosiddetto Castello di Santa Caterina, dove avrebbe vissuto per l’appunto un monaco. Il pittore Salvatore Fiume la definì una «farfalla sul mare» per via della sua conformazione caratteristica. Il nome attuale (anticamente Favognana) deriva dal Favonio, un vento caldo di ponente che ne determina il clima molto mite.

Nonostante nell’antichità fosse ricca di vegetazione, oggi ne è povera a causa del disboscamento.

L’isola è attraversata da nord a sud da una dorsale montuosa la cui altitudine massima è quella del Monte Santa Caterina, di 314 metri. Altre due cime sono la Punta della Campana alta 296 metri e la Punta Grossa (252 metri).

Sul lato meridionale si trovano gli isolotti Preveto, Galera e Galeotta (praticamente degli scogli).

Isola di Favignana. (20 maggio 2016). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 20 maggio 2016, 12:32 da wikipedia.org

Immagine Cala Rossa | elettrica.com

Isola d’Elba – Golfo di Lacona

Isola d'Elba - Golfo di Lacona

Isola d'Elba - Golfo di Lacona

Lacona è l’unica frazione di Capoliveri, ed una delle maggiori località turistiche dell’isola d’Elba.

Il toponimo Lacona deriva dal latino lacuna («laguna») in riferimento al vasto golfo dalle basse acque che contraddistingue la località. Altre etimologie proposte in passato collegavano il nome della località ad un presunto toponimo etrusco Acona o al greco εἰκών (eikōn), nel senso di «edificio con immagine sacra».

Frequentata sin dal Paleolitico medio e superiore, come dimostrano rinvenimenti di numerosi strumenti litici, l’area di Lacona conserva testimonianze dell’età tardoellenistica come una sepoltura rinvenuta nel 1961 in località Caubbio e datata all’ultimo quarto del II secolo a.C.; il materiale di corredo funebre, oggi conservato presso il Museo archeologico di Portoferraio, comprendeva vasi a vernice nera e d’impasto, insieme ad una lucerna e ad un unguentario. L’archeologo Giorgio Monaco, nel 1962, in località Valle dell’Inferno rinvenne i resti di un presunto insediamento protostorico «di età bronzo-ferro, ma di aspetto e ambiente litico attardato. Sono evidenti le cinte murarie difensive e l’impianto stradale dell’abitato, pur rimaneggiato successivamente. Si è trovato materiale di selce e ceramica dell’età bronzo-ferro.» A Lacona si trova il piccolo Santuario della Madonna della Neve, nato come chiesa rurale durante il XII secolo.

Lacona. (9 febbraio 2016). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 2 marzo 2016, 11:01 da it.wikipedia.org

Immagine | Camping Laconella

Ny-Ålesund – Isole Svalbard

Ny-Ålesund – Isole Svalbard

Ny-Ålesund - Isole Svalbard

Ny-Ålesund, situato nel nord-ovest dell’isola di Spitsbergen, la più estesa dell’arcipelago delle Svalbard, è il secondo insediamento umano più a nord del mondo.

Ny-Ålesund è un insediamento situato nel nord-ovest dell’isola di Spitsbergen, la più estesa dell’arcipelago delle Svalbard (Norvegia), popolato da circa 200 abitanti in estate e soltanto 30 in inverno, per lo più ricercatori. È raggiungibile in nave durante il periodo estivo e in motoslitta (6 ore da Longyearbyen) durante il periodo invernale, oppure con collegamento aereo da Longyearbyen tramite un servizio intrasettimanale di un piccolo aereo oltre ovviamente all’elicottero.

È situata sulla penisola di Brøggerhalvøya, in quella che un tempo era conosciuta come Baia del Re; da qui partì Nobile per la sua spedizione in dirigibile, qui Amundsen fissò la sua base preferita per le avventure polari; in suo ricordo è stato eretto un busto nella “piazza” del paese. Essendo situata oltre il 78º parallelo nord Ny-Ålesund vanta molti record: ad esempio ospita l’ufficio postale più a nord del mondo, così come l’albergo. Non vi sono anziani, né bambini.

L’area è sede di un osservatorio scientifico di estrema importanza sia per i geologi, sia per i meteorologi: sulla collina che si erge dietro all’abitato infatti funziona perennemente una postazione meteo tra le più importanti al mondo; tale postazione continua ad offrire dati rilevanti sulle variazioni climatiche e sull’inquinamento del pianeta. Sulla Zeppelin station è posta pure una web cam assolutamente panoramica, soprattutto nelle prime ore del giorno durante i periodi tra maggio e settembre.

Tra le basi scientifiche di diversi paesi presenti, vi è anche la Base Artica Italiana Dirigibile Italia, in onore alle imprese di Nobile, e gestita dal Consiglio Nazionale delle Ricerche. Nel settembre 2009 è stata inaugurata dal Presidente del Dipartimento Terra e Ambiente del CNR la Amundsen-Nobile Climate Change Tower, per lo studio del bilancio di energia alla superficie.

Ny-Ålesund. (27 ottobre 2015). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 22 dicembre 2015, 08:57 da it.wikipedia.org

Immagine Ny-Ålesund | svein-nordahl.com