Campo Tures – Val di Tures

Campo Tures - Val di Tures

Campo Tures (Sand in Taufers in tedesco) è un comune italiano di 5 371 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige. È inoltre un comune mercato che si trova in val di Tures, a nord di Brunico.

È conosciuta anche per essere stata l’ambientazione del primo capitolo della fiction in onda su Canale 5 Le ali della vita, con la regia di Stefano Reali.

Il comune è suddiviso in alcune frazioni tra le quali spiccano Molini di Tures (Mühlen), piccolo agglomerato di soggiorno, e Caminata (Kematen). Inoltre vi è Moritzen, il centro antico con la chiesa dedicata a San Maurizio. Lungo Campo Tures scorre il torrente Aurino.

Nei pressi del paese si trovano le cascate di Riva (Reinbachfälle), che si possono visitare effettuando una leggera passeggiata in mezzo al bosco, partendo dal Bagno Winkel.

Clima
Dal punto di vista legislativo, il comune di Campo Tures ricade nella “Fascia climatica F” con 3913 gradi giorno, e pertanto è consentito l’accensione dei riscaldamenti tutto l’anno senza limitazioni di orario.

Mentre “Campo” è l’italianizzazione del tedesco Sand (che in realtà significa “sabbia, arena”), il nome “Tures” (Taufers) è attestato per la prima volta intorno al 1050-1060 come Tufres, Tuvers, Tufers, Touveres e Taufers che forse deriva da un termine *tob-, *tub-, *tuf- col significato di “burrone”.

Sand stesso è attestato nel 1410 come am Sant e nel 1439 come am Sandt in Tawffers, mentre il Tauferer Feld (piani di Tures) compaiono nel 1334 come Touvererfeld e nel 1360 come Taufferser feld.

In definitiva la traduzione letterale di Sand in Taufers sarebbe “sabbia di Tures” che starebbe ad indicare che la zona era una piana alluvionale e che il torrente Aurino era solito allagare l’area.

La storia del paese è strettamente legata ai signori medievali di Taufers, il cui più noto rappresentante era Hugo von Taufers, il quale era legato in particolar modo a re Rodolfo I d’Asburgo. La casata era ligia alla chiesa e feudataria dei principi vescovi di Bressanone.

Tra il 1908 ed il 1957 la località era collegata a Brunico attraverso la ferrovia Brunico-Campo Tures.

Due chilometri oltre l’abitato di Campo Tures, si trovano il centro sciistico Speikboden, che sorge lungo il fianco del monte Spico. Degli impianti di risalita fanno parte due cabinovie da otto posti e tre seggiovie da quattro posti, oltre ad altri piccoli impianti per principianti.

Presso il paese si trova, dal 2011 il centro balneare Cascade.

La piazza centrale del paese è stata dedicata al noto alpinista Hans Kammerlander.

Campo Tures. (2 luglio 2018). Wikipedia, L’enciclopedia libera. Tratto il 16 luglio 2018, 12:37 da it.wikipedia.org

Immagine | Naturhotel Moosmair

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.